Collaborare con LUDA: l’intervista

Intervista | 24 Marzo 2022

Abbiamo chiesto ad alcune delle persone che hanno collaborato con LUDA in questi anni di raccontarci la loro esperienza.
Ecco le loro risposte!

Ti va di presentarti e di raccontarci In che modo hai collaborato o stai collaborando con LUDA?

Giorgia: Ciao sono Giorgia, ho 23 anni e sono alla fine del mio percorso universitario per diventare psicologa. Sono entrata in contatto con LUDA per la prima volta l’estate scorsa, come educatrice del campo estivo: ora ho iniziato una collaborazione per progetti futuri che non vediamo l’ora di studiare assieme.

Elisa: Sono Elisa, ho 19 anni e sto frequentando l’ultimo anno del liceo musicale: ho conosciuto LUDA quando ero in prima superiore ma ho iniziato una vera e propria collaborazione nell’estate del 2020 con il primo campo estivo e successivamente con il secondo. Sono molto contenta che questa collaborazione sia proseguendo con alcune novità… che credo però siano ancora segrete!

Sara: Ciao, mi chiamo Sara, ho 23 anni e studio scienze dell’educazione in Bicocca. Ho conosciuto LUDA l’anno scorso perché ho collaborato come educatrice durante il centro estivo. Successivamente, ad ottobre, ho partecipato insieme a tutta l’equipe di LUDA a una formazione.

Silvia: Ciao, sono Silvia Sorrentino, ho 25 anni e sono una psicologa, psicodiagnosta in formazione e tutor per l’apprendimento. Ho iniziato a collaborare con LUDA come educatrice al campo estivo e poi, da ottobre, ho iniziato anche lavorare come come tutor.

Aurora: Sono Aurora, ho 16 anni e frequento il terzo anno di liceo classico. Ho collaborato la scorsa estate con LUDA partecipando al Summer Camp come animatrice e in questo periodo sto frequentando il corso “Formazione adolescenti” organizzato da LUDA proprio per noi ragazzi.

Come definiresti l’esperienza con LUDA?

Giorgia: È stata incredibile, come si dice a volte life-changing: mi sono trovata in un ambiente lavorativo veramente stimolante, circondata da persone piene di idee innovative con tanta voglia di condividerle e soprattutto metterle in pratica. Con questa esperienza ho scoperto molto di me a livello lavorativo e personale, facendomi scoprire prima di tutto la dote della pazienza e imparando anche a lavorare in team.

Elisa: L’esperienza con LUDA è stata sicuramente positiva: ho avuto modo di mettermi in gioco, conoscermi meglio, riuscire ad apprezzare i miei punti di forza e capire in che cosa migliorarmi. Ho avuto anche modo di sperimentare e di capire chi essere sia come persona sia professionalmente.

Sara: Per me l’esperienza con LUDA può essere descritta con tre aggettivi: arricchente, profonda e autentica. Mi ha permesso di crescere sia personalmente sia professionalmente grazie all’ambiente sicuro e accogliente che LUDA ha offerto e al gruppo di lavoro meraviglioso che ho trovato, con cui si è creato un bellissimo legame.

Silvia: Definirei l’esperienza con LUDA arricchente: mi ha permesso di essere maggiormente consapevole di me e di mettermi in gioco sia a livello lavorativo sia personale. Il camp estivo mi ha fatto conoscere più direttamente lo stile di LUDA, con il tutoring, invece, ho avuto modo di esprimere maggiormente me stessa..

Aurora: Grazie LUDA ho conosciuto persone fantastiche con le quali mi sono potuta confrontare per una crescita personale e ho imparato a comprendere anche nuovi interessi e lati di me, sia caratteriali sia emotivi. Ho capito anche quanto sia importante e bello mettersi in gioco e stare in gruppo.

Cosa vorresti trovare in futuro a LUDA?

Giorgia: Sicuramente mi piacerebbe poter trovare un maggiore dialogo con le realtà del territorio, che potrebbero senza dubbio trovare un grande alleato in LUDA e nei suoi collaboratori: mi immagino collaborazioni con le scuole o con realtà educative. Inoltre, potrebbe anche essere interessante approfondire l’aspetto della formazione in ambito educativo per fornire nuovi metodi e spunti educativi per una didattica innovativa e al passo coi tempi.

Elisa: In futuro vorrei sicuramente trovare in LUDA nuove esperienze e nuovi progetti che mi permettano di confrontarmi con me stessa e con gli altri, mantenendo comunque il clima e lo stile di lavoro tipici di LUDA, creativi e funzionali

Sara: Vorrei trovare a Luda aspetti che ci sono già e che spero rimangano anche in futuro: l’ascolto attivo, il confronto e la voglia di mettersi in gioco.

Silvia: Per il futuro mi piacerebbe potessero esserci proposte differenti che mettano in luce un lavoro un po’ più di stampo educativo, di supporto e condivisione con i ragazzi, che già ritrovo in LUDA. Sarebbe bello proporre attività laboratoriali in gruppo per lavorare su aspetti che riguardano la consapevolezza di sé e l’autostima.

Aurora: Vorrei che LUDA continuasse a essere uno spazio in cui persone di età diverse e con esperienze diverse possano confrontarsi e collaborare e nel modo più efficiente possibile proprio per creare un ambiente bello e piacevole. Vorrei anche che continuasse a proporre attività per riflettere sia su noi stessi sia sul mondo che ci circonda, perché credo che sia un aspetto significativo che al di fuori non viene proposto.

Condividi!

Articoli correlati